Margherita Isnardi Parente

Le radici greche di una filosofia non antropocentrica

Se Galilei osò  porre in discussione il geocentrismo fondato su un'errata interpretazione della Bibbia, l'antropocentrismo dominò la cultura occidentale complici il pensiero ebraico e cristiano. Nel corso della storia, nonostante le rigide verità imposte, filosofi, fisici, antropologi e poi biologi ed etologi riportarono nella nostra cultura la forza del dubbio e il respiro della libertà.

Si aprirono i confini della conoscenza del mondo e del cosmo, così pure i confini dell'etica, per riaffermare quelle filosofie del pensiero greco che teorizzavano metafisiche ed etiche aperte alla natura e alla parentela tra tutti i viventi, filosofie che il cristianesimo aveva respinto.

Laura Girardello